Pacatamente e serenamente – lettera inviata a Santoro

Buongiorno Sig. Santoro, ho seguito l'inizio della trasmissione andata in onda giovedi 25 maggio 2012.

Ciò che lei ha detto, riferito a Beppe Grillo,
dopo aver fatto vedere il primo filmato dedicato al funerale di
Falcone, m'ha lasciato inebetito. Non avrei mai pensato che lei potesse
arrivare a tanto, in pochi minuti, me lo faccia dire (e penso di non
esagerare) s'è giocato la credibilità conquistata in tanti duri anni di
lavoro.
Giustifico quanto da lei detto solo per il fatto che forse neanche lei a
ben capito cosa sia veramente il Movimento 5 Stelle, o meglio…
diciamo che l'ha capito, ma non lo vuole accettare perchè
è devastante per tutta la stampa e i media in generale che come pure
Servizio Pubblico, campano di parole parole discussioni discussioni ma
tante e poi tante, troppe!!
Che bisogno c'era dopo oltretutto un filmato del genere, dire in quel modo quello che ha detto?
Una caduta di stile pazzesca, spero per lei che almeno se ne sia reso
conto o per lo meno che qualche persona a lei vicina glielo abbia fatto
notare.
Caro Sig. Santoro, i tempi stanno cambiando velocemente, molto velocemente, e lei bisogna che se ne faccia una ragione. Se Grillo e il MOvimento 5 Stelle, per le sue sacrosante ragioni, manda a quel paese le trasmissioni come la sua e non vuole partecipare ai suoi salotti, si calmi e conti fino a 10, sarà comunque sempre meglio che dire certe cose ai telespettatori che giudicano e ai voglia se giudicano…

Ultimo consiglio, sul suo sito internet; lo renda più accessibile agli
utenti che magari vorrebbero commentare i contenuti, sarebeb anche
questo per lei un ottimo biglietto da visita…faccia come fa Grillo nel
suo sito, lasci libere le persone di dire quello che pensano… o no?!?
Un affettuoso saluto

Pacatamente e serenamente – lettera inviata a Santoroultima modifica: 2012-05-25T13:28:01+02:00da acoel
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento